Header image alt text

Solo un Servo inutile…

Io credo, adoro e spero

Io penserò a provvederti di tutto. Tu pensa solo ad amarmi: quanto più grande sarà la tua confidenza e il tuo abbandono e tanto più Io prenderò cura di te. — Gesù a Suor Benigna Consolata Ferrero

Amami come sei...

diopermano “Conosco la tua miseria, le lotte e le tribolazioni della tua anima, le deficienze e le infermità del tuo corpo:

So la tua viltà, i tuoi peccati, e ti dico lo stesso:
“Dammi il tuo cuore, amami come sei…”.

Se aspetti di essere un angelo per abbandonarti all’amore, non amerai mai.

Anche se sei vile nella pratica del dovere e della virtù, se ricadi spesso in quelle colpe che vorresti non commettere più, non ti permetto di non amarmi.

Amami come sei.

«Non perché sono tutti santi, magari lo fossero, ma solo perché sono la continuazione del mio sacerdozio nel mondo tu devi essere sempre sottomessa alla loro autorità sacerdotale; non andargli mai contro, buoni o cattivi che siano» (cfr. Volume I Gesù a Luisa Picarreta)


Riparazione

Categoria Gesù Cristo, Locuzioni, Parole dal Cielo  | | Commenti disabilitati

Pantocrator7“Hai perduto la pazienza? Ripara almeno con due atti di dolcezza… Hai acconsentito ad un sentimento di orgoglio? Compi due atti di umiltà… Hai peccato di gola? Ripara con due mortificazioni di gola… Questa pratica è consolante e gloriosa al mio Cuore. Tu suggeriscila alle anime! Ora comprendi il motivo della elevatezza di certe anime! I cuori delicati, se commettono qualche infedeltà, si affliggono, si umiliano e riparano… Tu forse cadi, non in una piccola infedeltà ma in tante; dopo non te ne dai pensiero, perchè non sono gravi peccati e vai avanti alla grossa. Non essendo tu delicato con me, disprezzando come scrupolosità e piccineria ciò che realmente è infedeltà, puoi pretendere le finezze del mio amore? Le anime delicate, che tu guidi, sono come quegli uccellini, dalle piccole ali, che sanno librarsi molto in alto”. (Gesù al sacerdote)


Alfonso Liguori“Se Dio castigasse subito chi lo offende, certamente non verrebbe offeso come lo è ora. Ma poiché il Signore non castiga subito, i peccatori si sentono incoraggiati a peccare di più. È bene sapere però che Dio non sopporterà per sempre: come ha fissato per ogni uomo il numero dei giorni della vita, così ha fissato per ognuno il numero dei peccati che ha deciso di perdonargli: a chi cento, a chi dieci, a chi uno. Quanti vivono molti anni nel peccato! Ma quando termina il numero delle colpe fissato da Dio, sono colti dalla morte e vanno all’inferno. ”
Sant’Alfonso M. de Liguori – Dottore della Chiesa


Fuori di me non c’è altro Dio…

Categoria Chi è Dio  | | Commenti disabilitati

la-forza-della-natura4
Io sono il Signore e non v’è alcun altro;
fuori di me non c’è dio;
ti renderò spedito nell’agire, anche se tu non mi conosci,
perché sappiano dall’oriente fino all’occidente
che non esiste dio fuori di me.
Io sono il Signore e non v’è alcun altro.

Fuori di me non c’è altro Dio;
Dio giusto e salvatore
non c’è fuori di me.
Volgetevi a me e sarete salvi,
paesi tutti della terra,
perché io sono Dio; non ce n’è altri.
Lo giuro su me stesso,
dalla mia bocca esce la verità,
una parola irrevocabile
Isaia 45


Due strani innamorati

Categoria Chi è Dio, Gesù Cristo  | | Commenti disabilitati

Non ti credo
ma c’è chi giura che esisti,
forse non ti so cercare
o rassegnarmi a cadere
e tu giochi a nasconderti
non ti fai trovare,
sembriamo
due strani innamorati
ma io ti sento
qui alle mie spalle,
a volte mi sento toccare.

salvatore toma


Chi vede me vede il Padre

Categoria Gesù Cristo, Riflessioni  | | Commenti disabilitati

10314586_10152884720007424_4515521317094396431_n (1)

Chi vede me vede il Padre
(Gv 14, 8-9)


Lo Svezzamento

Categoria Letture  | | Commenti disabilitati

1148988_600606176674066_363314818_nLo svezzamento è un bisogno dell’anima di chi vuole cominciare il cammino di fede in maniera autonoma. La vita spirituale viene alimentata da sentimenti di affetto verso il Signore molto forti. L’entusiasmo è alle stelle. Lo svezzamento è l’allontanamento di un entusiasmo che rasenta, se non addirittura arriva fino alla esaltazione religiosa.

Nello svezzamento l’anima esperimenta la gioia, il desiderio di pregare, l’entusiasmo, le consolazioni, un bel posto in Paradiso, l’essere amati da Gesù e dalla Madonna; forse c’è anche l’aver abituato la propria anima ad avere questi confetti da un punto di vista psicologico e spirituale. Con il conforto dell’amore di Gesù e Maria l’anima fa sacrifici, fioretti, si abitua a questo esercizio di generosità, e sempre corrisponde a questo clima di vezzo.

Lo svezzamento è fatto dal Signore che sa dosare molto bene l’amore che consiste soltanto nelle opere che bisogna compiere sempre, specialmente senza la spinta dell’entusiasmo. Gesù vuol far capire che l’amore al Signore consiste nell’ubbidienza alla fede. Il Signore quindi diminuisce molto lentamente la consolazione interiore, l’amore alla preghiera, la soddisfazione nella vita.
Continua a Leggere…


Dio provvede ai suoi figli

Categoria Chi è Dio, Letture  | | Commenti disabilitati

Vano ė l’adoprarsi senza l’aiuto divino.
Vano ė per voi levarvi anzi giorno
e andar tardi al riposo
e mangiare il pane dé travagli
Altrettanto egli da al suo diletto nel sonno…
(Salmo 126)


Il migliore investimento

Categoria Riflessioni  | | Commenti disabilitati

investimentoIl migliore investimento rimarrà sempre la fiducia nella provvidenza e l’esercizio della carità. Quest’ultima frutta sempre il centuplo. Tutto il resto è affanno inutile….


Il ritorno di Elia

Categoria Letture  | | Commenti disabilitati

salmo2Avete affermato: «E’ inutile servire Dio: che vantaggio abbiamo ricevuto dall’aver osservato i suoi comandamenti o dall’aver camminato in lutto davanti al Signore degli eserciti? 15Dobbiamo invece proclamare beati i superbi che, pur facendo il male, si moltiplicano e, pur provocando Dio, restano impuniti».

Sta per venire il giorno rovente come un forno. Allora tutti i superbi e tutti coloro che commettono ingiustizia saranno come paglia; quel giorno venendo li incendierà – dice il Signore degli eserciti – in modo da non lasciar loro né radice né germoglio.

22Tenete a mente la legge del mio servo Mosè,
al quale ordinai sull’Oreb,
statuti e norme per tutto Israele.
23Ecco, io invierò il profeta Elia prima che giunga
il giorno grande e terribile del Signore,
24perché converta il cuore dei padri verso i figli
e il cuore dei figli verso i padri;
così che io venendo non colpisca
il paese con lo sterminio.

(Malachia 3)

Continua a Leggere…