Header image alt text

Solo un Servo inutile…

Io credo, adoro e spero

Il fuoco dell’argentiere

By admin
Filed Under Chi è Dio  | | Commenti disabilitati

“Egli si metterà seduto, come chi raffina e purifica l’argento” (Malachia 3:3).

Fuoco-Ferro-BattutoQuesto verso lasciò perplesse alcune donne in uno studio biblico che ebbero un forte desiderio di capire la relazione tra questo verso ed il carattere e la natura di Dio. Una di queste donne si offrì volontaria per cercare di capire il processo di raffinazione dell’argento per poi spiegarlo n ello studio biblico successivo. Quella stessa settimana, la donna chiamò l’argentiere e si fece dare un appuntamento per incontrarlo sul posto di lavoro. Ella non gli disse nulla del vero motivo del suo interessamento al processo della raffinazione dell’argento.  Mentre osservava l’argentiere lavorare, vide che prese un pezzo d’argento e lo pose sul fuoco, lasciandolo surriscaldare. L’argentiere le spiegò che era necessario tenere l’argento al centro del fuoco , lì dove la temperatura era più alta, in modo da eliminare tutte le impurità. A questo punto la donna iniziò a pensare a Dio che tiene al centro del fuoco di una prova e poi ripensò al verso “Egli si mette seduto, come chi raffina e purifica l’argento”.  Chiese all’argentiere se era vero che lui doveva stare seduto lì di fronte al fuoco per tutto il tempo della raffinazione. L’uomo annuì e disse che non solo era necessario stare seduto tenendo l’argento costantemente sul fuoco, ma doveva fissare il suo sguardo sull’argento senza distoglierlo. E continuò spiegando che se l’argento fosse restato un istante di troppo sul fuoco  sarebbe stato distrutto. La donna rimase in silenzio per un momento e dopo chiese: “Come fai a capire quando l’argento è completamente puro?”  L’uomo le sorrise e le rispose: “Semplice, quando in esso vedo riflessa la mia immagine”.

Fratello e sorella, amico e amica, se ti trovi sul fuoco dell’ARGENTIERE, sappi che i SUOI occhi sono costantemente su di te e continuerà a tenerli finchè non vedrà la SUA immagine riflessa in te. DIO VI BENEDICA.

Uno sconvolgente esorcismo registrato.

Il Diavolo parla dell’uomo, della salvezza di Dio, della superbia.
I 10 comandamenti: Questa è la legge di Dio, chi la pratica avrà la vita
Il prete lo accusa di non aver osservato la legge, e lui si arrabbia: “Non era mia, è venuta dopo…!!!”
“Lui (Gesù Cristo) giudicherà le vostre azioni commesse, volontarie…”
il prete incalza… “solo le azioni? e i Pensieri, i desideri..”
Il Diavolo risponde: “I pensieri e i desideri sono miei, poi c’è il consenso e la caduta!”
Read more

Fuori di me non c’è altro Dio…

By admin
Filed Under Chi è Dio  | | Commenti disabilitati

la-forza-della-natura4
Io sono il Signore e non v’è alcun altro;
fuori di me non c’è dio;
ti renderò spedito nell’agire, anche se tu non mi conosci,
perché sappiano dall’oriente fino all’occidente
che non esiste dio fuori di me.
Io sono il Signore e non v’è alcun altro.

Fuori di me non c’è altro Dio;
Dio giusto e salvatore
non c’è fuori di me.
Volgetevi a me e sarete salvi,
paesi tutti della terra,
perché io sono Dio; non ce n’è altri.
Lo giuro su me stesso,
dalla mia bocca esce la verità,
una parola irrevocabile
Isaia 45

Due strani innamorati

By admin
Filed Under Chi è Dio, Gesù Cristo  | | Commenti disabilitati

Non ti credo
ma c’è chi giura che esisti,
forse non ti so cercare
o rassegnarmi a cadere
e tu giochi a nasconderti
non ti fai trovare,
sembriamo
due strani innamorati
ma io ti sento
qui alle mie spalle,
a volte mi sento toccare.

salvatore toma

Dio provvede ai suoi figli

By admin
Filed Under Chi è Dio, Letture  | | Commenti disabilitati

Vano ė l’adoprarsi senza l’aiuto divino.
Vano ė per voi levarvi anzi giorno
e andar tardi al riposo
e mangiare il pane dé travagli
Altrettanto egli da al suo diletto nel sonno…
(Salmo 126)

Cresci e mi avrai

By admin
Filed Under Benedetto XVI, Chi è Dio, Gesù Cristo, Parole dal Cielo  | | Commenti disabilitati

10462676_829528130393301_214899471643179916_n«Sant’Agostino ci aiuta a comprendere la dinamica della comunione eucaristica quando fa riferimento ad una sorta di visione che ebbe, nella quale Gesù gli disse: “Io sono il cibo dei forti. Cresci e mi avrai. Tu non trasformerai me in te, come il cibo del corpo, ma sarai tu ad essere trasformato in me” (Conf. VII, 10, 18). Mentre dunque il cibo corporale viene assimilato dal nostro organismo e contribuisce al suo sostentamento, nel caso dell’Eucaristia si tratta di un Pane differente: non siamo noi ad assimilarlo, ma esso ci assimila a sé, così che diventiamo conformi a Gesù Cristo, membra del suo corpo, una cosa sola con Lui.

Questo passaggio è decisivo. Infatti, proprio perché è Cristo che, nella comunione eucaristica, ci trasforma in Sé, la nostra individualità, in questo incontro, viene aperta, liberata dal suo egocentrismo e inserita nella Persona di Gesù, che a sua volta è immersa nella comunione trinitaria. Così l’Eucaristia, mentre ci unisce a Cristo, ci apre anche agli altri, ci rende membra gli uni degli altri: non siamo più divisi, ma una cosa sola in Lui. La comunione eucaristica mi unisce alla persona che ho accanto, e con la quale forse non ho nemmeno un buon rapporto, ma anche ai fratelli lontani, in ogni parte del mondo.

Read more

La SS Trinità

By admin
Filed Under Chi è Dio  | | No Comments»

La Bibbia insegna che Dio è un Dio unico, composto da tre Persone:
Dio Padre: “Nel principio Dio creò i cieli e la terra” (Genesi 1:1)
Dio Figlio: “Nel principio era la Parola, la Parola era con Dio, e la Parola era Dio” (Giovanni 1:1)
Dio Spirito Santo: “La terra era informe e vuota… e lo Spirito di Dio aleggiava sulla superficie delle acque” (Genesi 1:2).

Sono tre Persone unite ma un solo Dio:
Unite: “Facciamo l’uomo a nostra immagine e somiglianza” (Genesi 1:1)
Distinte: Dio Padre dona il Suo unigenito Figlio Cristo Gesù volontariamente per la salvezza degli uomini; Dio Figlio si dona rivestendosi di mortalità, morendo alla croce e risuscitando il terzo giorno; Dio Spirito Santo discende per convincere i cuori di peccato. Non dimentichiamo che Gesù ha pregato il Padre che ci fosse dato il Consolatore (Giov. 14:16,17).

Le tre Persone della Deità risaltano da brani della Scrittura quali Isaia 48:16:

“Fin dal principio non ho parlato in segreto; quando questi fatti avvenivano, io ero là. E ora il Signore, l’Eterno, e il suo Spirito mi hanno mandato”.

Chi parla in questo brano dell’Antico Testamento è evidentemente Dio, eppure è proprio Gesù Cristo, infatti dice di essere stato “mandato dal Signore, l’Eterno” (cioè, dal Padre) “e dal suo Spirito” (cioè, dallo Spirito Santo).
Un altro brano, Isaia 9:5, che profetizzava della venuta di Gesù Cristo nel mondo, dice di Lui:

“Poiché un bambino ci è nato, un figlio ci è stato dato, e il dominio riposerà sulle sue spalle; sarà chiamato Consigliere ammirabile, Dio potente, Padre eterno, Principe della pace”.

Qui Gesù è inequivocabilmente associato all’unico Dio.
Nel Nuovo Testamento la dottrina della Trinità è evidente nel brano di Giovanni 15:26, dove il Signore Gesù dice:

“Ma quando verrà il Consolatore, che vi manderò dal Padre, lo Spirito di verità che procede dal Padre mio, egli testimonierà di me”.

C’è ancora la formula battesimale: “…battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo” (Matteo 28:19). Un nome (Dio)… e nello stesso tempo tre nomi!