Anna Maria TaigiLa vita di Anna Maria Taigi, come la vita dei santi e dei mistici, è costellata al tempo stesso di pesanti croci e di gioie indescrivibili. Ciò che fa di lei un’eccezione e la colloca fra i mistici più celebrati della cristianità, è un dono che ricevette, il dono del “sole”. Una sera, all’inizio dell’anno 1791, nel primo periodo della sua esperienza mistica, mentre si trovava da sola nella sua camera, raccolta nella preghiera, Anna Maria vide risplendere davanti a lei una grande luce, come un sole appena velato da sottili nuvole.

La giovane donna pensò come prima cosa ad un attacco diabolico. Si spostò e si stropicciò gli occhi, ma invano; il sole era sempre là, anche nei giorni seguenti, tanto che si abituò alla sua presenza. Questo sole misterioso, che si teneva sempre ad una distanza di “dodici piedi” circa, tre piedi sopra la sua testa, accompagnava Anna Maria dovunque andasse, di notte come di giorno, fino alla fine della sua vita. Per quarantasette anni il cerchio luminoso fu una fonte inesauribile di informazioni soprannaturali riguardanti sia il passato che il presente ed il futuro. Col tempo, il sole si faceva sempre più luminoso, fino a raggiungere lo splendore di “sette soli messi assieme”.

Read more