“O popolo mio, quanto ti ho amato e tu mi rinneghi!”

« O popolo mio, che male ti ho fatto?

In che t’ho contristato? Rispondimi… » (Michea 6,3).

01 luglio 2011

Io Sono l’Assoluto.
Io Sono la Parola.
Io Sono la Vita.
Io Sono l’Eternità.
Io Sono Dio.

O popolo mio, quanto ti ho amato e tu mi rinneghi!

Perché non credi a Dio? Non rifletti, uomo, chi ha creato il Cielo e la Terra?

La potenza, il cielo, le stelle, il firmamento, … Chi?
O uomo, se tu riflettessi sulle bellezze del Creato, non ti saresti ridotto ad una larva di uomo.

Stolto, chi ti credi di essere?
Sei un soffio. Sei nulla.
Io ho infuso il mio Spirito in te, e tu, superbo uomo, vuoi essere come Dio!
Ma non sai che la superbia è di Lucifero?
Guarda… guarda… guardalo bene e rifletti. A cosa è servita a lui la superbia?
Ad essere scaraventato fuori dal cielo.
Vuoi anche tu la stessa fine? Scegli uomo scellerato.
Tutto hai spento in te. Fango e putredine sono in te.

Come ti permetti? Come osi giudicare Dio?
Chi ti ha messo il soffio di vita sulle narici?
Chi se non Io, il tuo Creatore?

Rifletti… Rifletti…: stai per venire a Me, uomo, e dinanzi a Me come ti comporterai?

Allora diventerai piccino, piccino, tremerai di terrore e ti accorgerai… ti accorgerai di che cosa è stata la tua breve vita.
Troppo tardi… Troppo tardi… stolto uomo.

La verità non è in te. Il fumo di Satana ti ha accecato.
Ora sei meno che niente, ma ricordati, uomo, in te c’è lo Spirito di Dio e con il tuo spirito andrai nella Geenna per l’eternità. Vuoi ciò?

Continua sulla via del male e questo avrai.
Beati quelli che umilmente accettano la creazione di Dio.

Beati loro che credono, perché la verità è in loro. Non hanno ottenebrato il loro Spirito fino a farlo morire. è stato soffiato sul loro Spirito poco meno che morente, ma perché loro l’hanno desiderato. Ecco i figli, i veri figli che Io mi sono scelto, anche loro erano nulla. Eppure è bastato un mio richiamo e loro hanno creduto. Hanno obbedito e loro sarà la vita eterna nelle delizie del Creatore.

Affrettatevi, o uomini, a ritornare a Me, il vostro Creatore, affrettatevi…

Il tempo è breve, molto breve. Non siate colti di sorpresa, perché Io non vi potrò aiutare. Mi avete rinnegato fino all’ultimo istante e Io dovrò lasciarvi andare nelle tenebre, dove ci sarà stridore di denti e terrore puro. Volete tutto ciò?

Eccovi accontentati. Starete per sempre con il padre della menzogna. L’avete voluto voi, o uomini. Ancora vi vorrei salvare.
Basterebbe soltanto un vostro: “Sì, lo voglio!” e Io vi monderei da tutta la sozzura che avete addosso.

Fai presto, uomo! Fai presto, perché Io sto per venire con la Mia Potenza e la Mia Giustizia.

Convertitevi.

Io ho Parlato. Il Vostro Dio. Vi Benedico.